FujiYama




Home Page
Benvenuti su AIKIDO PONTE DI PIAVE - Treviso - Veneto - Italy
QUESTA SCUOLA RICERCA LA PRATICA DELL'AIKIDO SECONDO GLI INSEGNAMENTI DI "O SENSEI" MORIHEI UESHIBA, ISPIRANDOSI ALLA DIDATTICA DI MORIHIRO SAITO "SENSEI", ULTIMO FRA GLI ALLIEVI PREDILETTI DI "O SENSEI" CHE, PER SUO VOLERE E' STATO IL CUSTODE DEL DOJO DI IWAMA DOVE L'AIKIDO E' NATO
Powered by Google

Grande partecipazione allo STAGE DI AIKIDO FIJLKAM AIAB

Uno Stage nella grande tradizione dell’Aikido, carico di entusiasmo e di intensa energia quello che si è svolto a Vicenza il 31 ottobre e il 1 novembre.

Il Comitato Regionale Veneto FIJLKAM in collaborazione con l’Associazione Italiana Aikido e Budo ha organizzato lo Stage coinvolgendo le realtà tecnico-stilistiche più rappresentative della regione e avvalendosi per l’occasione di due Tecnici qualificati e di un’ospite speciale, il Maestro Igor Shmygin, 6° Dan Aikikai e Presidente dell’Associazione Aikikai Ucraina.

Le diverse ore di pratica, svolte in due saloni con tatami, sono state condotte, oltre che dal Maestro Shmygin, dal Maestro Livio Zulpo, 6° Dan, membro della Commissione Tecnica Nazionale della FIJLKAM e D.T. dell’AIAB e dal Maestro Giancarlo Giuriati, 4° Dan FIJLKAM e Fiduciario Regionale per il Veneto.

Contagiati dalla straripante e radiosa energia del Maestro Igor e guidati dalla sua grande competenza, gli allievi - provenienti dalla Scuola del M° Kobayashi e quelli del Takemusu Aikido del M° Saito - si sono riuniti dando vita ad una pratica intensa, continua e serena, riportando alla memoria gli stage di altri tempi, quelli direttamente condotti dai maestri allievi diretti di O Sensei. Una pratica che ha dimostrato come scuole con didattiche differenti possano condividere i principi comuni dell’Aikido.

La riflessione emersa durante lo stage è che le forme tecniche appartenenti alla didattica della Scuola di riferimento sono un passaggio per accedere alla non forma, o “parte invisibile”, come citano le antiche scuole del Budo, nella quale scaturisce l’espressione individuale, qualità comune ad ogni stile, che consente di adattarsi alle diverse situazioni e di gestirle nello spazio-tempo necessario per rendere efficace e credibile ogni tecnica.

La coordinazione, l’attenzione, la respirazione, l’armonizzazione, lo spirito, il giusto margine e il ritmo sono i principi o le qualità fondamentali dell’Aikido nelle quali le diverse Scuole si riconoscono ed insieme, pertanto, possono creare molteplici possibilità di studio e condivisione.

Le molte competenze, espressione dei diversi stili dei Maestri, sono state una preziosa occasione di studio e di approfondimento tecnico per gli allievi e non solo.

Il grande successo dell’evento comprovato non solo dal numero considerevole dei partecipanti - una novantina circa nei due giorni - ma dal loro gradimento espresso a fine stage, dimostra che l’Aikido può e deve essere motivo di condivisione e crescita indipendentemente dalle Scuole o Associazioni di appartenenza. Al contrario, perde la sua finalità e viene meno ai principi fondamentali espressi da O Sensei, quando il valore intrinseco della pratica diviene subordinato ad interessi diversi.
Ci auguriamo che questa positiva esperienza vissuta nella nostra regione, grazie anche all’impegno organizzativo e alla presenza del nostro Presidente di Comitato Giosuè Erissini, coadiuvato dal Presidente dell’Associazione Italiana Aikido e Budo (AIAB) Roberto Meneguzzo e dalla sua organizzazione, sia di stimolo per le altre realtà dell’Aikido ed in particolare per i gruppi delle varie regioni Italiane che operano all’interno della Federazione Nazionale FIJLKAM.

Un sentito ringraziamento al M° Shmygin, ai Presidenti, alla segreteria, alle ASD Umberto 1° e Jigoro Kano Vicenza e a tutti i partecipanti.

I Maestri Giancarlo Giuriati e Livio Zulpo

Vicenza 01 novembre 2015


 

Nuovi orari anno 2015/'16
MARTEDI' Dalle 19.30 alle 21.00 Presso il Dojo di Ponte di Piave
MERCOLEDI' Dalle20,00 alle 21,30 Presso il Dojo di Ponte di Piave
VENERDI' Dalle19.30 alle 21.00 Presso il Dojo di Ponte di Piave

Si parteee! Da MERCOLEDI' 2 SETTEMBRE ore 19.30 a Ponte di Piave.

Vi aspettiamo!



Memorial De Compadri 2015

IV° MEMORIAL FAUSTO DE COMPADRI
DOMENICA 15 FEBBRAIO 2015

E anche quest’evento è archiviato, lasciando tuttavia dei sentimenti contrastanti dove, ahimè, i dubbi son ancora più delle certezze. Nonostante i mille malanni di svariata natura che hanno costretto all’assenza diversi amici e lo stesso Maestro Giancarlo Giuriati, e in barba alle non certo rosee premesse, il “IV°Memorial Fausto De Compadri” ha comunque avuto luogo ed è stato proprio un gran bell’evento. Indubbiamente la conduzione del seminar è stata all’altezza e ben degna, d’altronde la qualità assoluta delle “performances” tecniche di Massimo AviottiSensei è scontata. Consolante la partecipazione, che ha visto una cinquantina di aikidoka calpestare il tatami di Ponte di Piave e fra i quali meritano speciale menzione i cari amici provenienti da Trieste, dal Piemonte, dalla Lombardia e soprattutto, non me ne vogliano gli altri, da Marina di Massa, la cui graditissima e caparbia presenza altro non può essere che encomiabile, dato il momento. E’ stata anche l’occasione per conoscere nuovi e piacevoli amici, dei quali ignoravamo persino l’esistenza benché non ci sia proprio una distanza siderale a separarci! Eppure qualcosa non è andato per il verso giusto, e spero che il “IV°Memorial” non rappresenti il confine tra un prima e un dopo. Forse sbaglio io, anzi, in tutta onestà spero proprio di sbagliarmi e pure di grosso, ma costatare che nel novero dei partecipanti ci son state alcune eclatanti defezioni mi incupisce non poco. Io non voglio assolutamente mettere in discussione le scelte dei singoli, ci mancherebbe, ma credo che in certe occasioni sia altresì importante “mostrare la bandiera”, e ciò è davvero sempre possibile, basta un'adeguata rappresentanza. E in questo c’è stata qualche riprovevole mancanza. Comunque sia, sebbene il settore viva ancora più delle snervanti incertezze alimentate dallo sfibrante immobilismo capitolino che di briosi fermenti, nonostante la clamorosa e reiterata inadeguatezza di certuni figuri assurti a ruoli francamente per loro esagerati, benché il futuro prossimo appaia più un’indistinta foschia che un luminoso sentiero, è consolante vedere che c’è chi ancora continua strenuamente a credere nell’idea e nel progetto del nostro indimenticato ed indimenticabile Maestro. Ed è proprio per questo che alcune manchevolezze acquistano ancor più ampia valenza. Ecco, volendo trarre una lezione dall’accaduto, forse l’essenza del messaggio che Fausto De CompadriSensei ci ha lasciato sta proprio nell’eterogenea platea del manipolo d’irriducibili che indefessamente persevera nella Sua via, probabile ancora questa che può dimostrarsi realmente di salvezza. Per la cronaca, è doveroso oltre che particolarmente piacevole rammentare che, come già nella seconda edizione del “Memorial”, anche in quest’occasione si sono svolti gli esami di “graduazione DAN” FIJLKAM, peraltro completamente declinati in rosa. Le due bravissime protagoniste, Sara Lot e Valentina Artico, non hanno certamente tradito le attese offrendo un'assai convincente prova, conquistando entrambe più che meritatamente la proclamazione a “shodan”. Quelle ormai poche volte che ci si ritrova fra "compagni di lungo corso" si finisce sempre col ripensare ai tanti momenti vissuti con il Maestro, sul tatami e fuori. Ecco, alla luce di quanto accaduto in tutto questo tempo, adesso è edificante constatare che più o meno tutti conveniamo sul fatto che il grande Fausto De CompadriSensei, mentre spiegava “katate dori tai-no-henkoki-hon”, esortandoci a guardare senza fissare lo sguardo, ma “per vedere oltre”, con profetica lungimiranza voleva dirci qualcosa ...


Lorenzo Toffoletto

 


Iscriviti alla nostra mailing list

Inserite questo sito tra i preferiti!

Associazione Aikido Ponte di Piave - Treviso - Veneto -Italia

 

 

 

Interessante scritto del M° Fausto De Compadri sul concetto di vuoto nell'Aikido


Quest'anno sei il visitatore n.